Le specie di uccelli - Pagina 4 PDF Stampa E-mail
FRATINO
16 cm. - Migratore, nidificante, svernante.

In proporzione ha testa grossa e becco robusto. Anche da lontano è palesemente chiaro nelle parti superiori. Il collare è interrotto al centro della gola. Le zampe, sempre scure, sono tipiche della specie (nel giovane possono avere un tono marrone-grigiastro). E’ presente una sottile barra alare. I disegni sul capo sono neri nel maschio, marroni nella femmina. L’arancione sulla testa del maschio è visibile da vicino.
 Fratino
GABBIANO COMUNE
38x91 cm. - Migratore, svernante, nidificante.


Comunemente in colonie, talvolta enormi su canneti e paludi sia costieri sia dell’entroterra; anche su isole basse. Frequentemente nidifica con anatre, che ne ricavano protezione dai corvidi. Si trova spesso anche su prati e canali cittadini, porti, terreni agricoli. Grandi stormi misti a gavine si alimentano su terreni arati. Caccia anche insetti alati, in volo alto di giorno, basso sui canneti la sera. Tipico il cappuccio estivo marrone-cioccolato. In tutti i piumaggi è presente un pannello bianco triangolare sulla faccia alare superiore (primarie distali). Faccia inferiore dell’ala grigio scura, con larga fascia bianca posteriore. Negli adulti zampe e becco rosso- bruni; nel piumaggio estivo la nuca dietro il cappuccio è bianca (un po’ di bianco anche dietro l’occhio); in inverno testa bianca con macchia auricolare scura. Giovani di un marrone acceso su dorso, nuca e vertice, presto mutati in bianco e grigio; restano le copritrici alari marroni e una barra scura sulla coda. Zampe giallastre, becco giallastro con punta nera. Nel piumaggio invernale e in quello giovanile e molto simile al gabbiano roseo.
 Gabbiano comune
GABBIANO CORALLINO
37x98 cm. - Migratorio, svernante, nidificante.


Può incrociarsi con il gabbiano comune. E’ però più grande e massiccio, ha becco più grande e arrotondato (con banda scura vicino alla punta), primarie candide, cappuccio estivo nero e non marrone. Nella tarda estate, perso il cappuccio, l’impressione è di un uccello bianchissimo. Rispetto alla gavina, è più piccolo e ha ali più corte. I giovani in particolare assomigliano a immaturi di gavina chiari, ma hanno becco più robusto, dorso biancastro (le penne giovanili mutano molto presto) e ali più contrastate (macchie bianche sub terminali visibili ad ala aperta sulle primarie scure). Anche primarie interne biancastre e barra nerastra attraverso le secondarie, bordata dal grigio-biancastro delle copritrici maggiori (copritrici minori a macchie brune). Macchia scura dietro l’occhio.
 Gabbiano corallino
GABBIANO REALE
54-60x123-148 cm. - Residente e nidificante, migratore, svernante.

Nidifica in colonie o coppie isolate lungo le coste e sui laghi interni. In inverno forma spesso grossi gruppi nei porti o sulle discariche. Gli adulti differiscono dalla gavina per la taglia maggiore, i colpi d’ ala più lenti gli occhi gialli e il becco giallo vivo con una macchia rossa vicino alla punta. Gli immaturi hanno le primarie interne più chiare delle esterne. Becco poco massiccio e banda caudale scura. Il dorso grigio chiaro è acquisito nel secondo autunno. Movimenti frequenti: spesso in volo alto e circolare, in stormi bassi, o in volo lineare in formazione a V; ali leggermente incurvate e battiti lenti. Spesso in stallo sopra le onde. Si nutre di pesce e di scarti, come anche di pulcini e di uova di uccelli. A volte si tuffa goffamente da altezze ridotte.
 Gabbiano reale
GABBIANO ROSEO
40x96 cm. - Nidificante, svernante, migratore.


Nidifica su laghi e lagune costiere, spesso in mezzo alle sterne. Somiglia al gabbiano comune, soprattutto nel disegno delle ali, ma è più grande e snello: becco, collo, coda, ali e zampe in proporzione sono più lunghi, la coda è più arrotondata, la fronte è piatta e non bombata. Il becco è leggermente curvo all’ingiù. Becco e zampe rossi negli adulti (da lontano si vedono scuri), giallastri negli immaturi, in cui la punta del becco è più scura. Negli adulti l’iride è chiara. Gli immaturi e qualche adulto (fuori del periodo riproduttivo) presentano una macchia scura dietro l’occhio, più chiara però che nel gabbiano comune; il volo è più lento e vigoroso (superficie alare maggiore e avambraccio più lungo).
 Gabbiano roseo